© 2017 by Gianluca Livi

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

sei il visitatore n°

(scroll down for English version)

Stefano Pontani: guitar, loop station

Massimo Sergi: piano, synthesizer, ambience

Domenico Dente: bass guitar

Gianluca Livi: main themes, ambience, laptop, noise, electronic drums & percussions

biografia

Gianluca Livi 

Instancabile fruitore di musica, collezionista di vinili, giornalista e critico musicale, batterista di formazione squisitamente rock, scrive ancora da teenager per la rivista Sound and Vision (dedicata al collezionismo musicale e alla compravendita di supporti fonografici usati), contribuendo poco dopo allo sviluppo di Wings of Sysyphus e Wonderous Stories, nascenti fanzines di rock progressivo. Successivamente, firma articoli per le riviste musicali Paperlate (prog), Rondò (jazz), Musikbox (seventies), Vintage (sixties).
Unendo la passione per la musica e gli studi in legge, consegue una laurea e un dottorato di ricerca discutendo tesi incentrate sul rapporto tra diritto d’autore e brevetto industriale ed è tra i primi in Italia a trattare il fenomeno del bootleg dal punto di vista squisitamente giuridico, firmando, su pubblicazioni di settore, studi di dottrina dedicati alla pirateria fonografica.
Dal 2015 è caporedattore della rivista di cultura musicale on-line Artists and Bands, ove era già in forza dal 2009 in qualità di redattore. 

Nel corso della sua esperienza di giornalista musicale, intervista, tra gli altri, Bill Bruford (King Crimson, Yes), Patrizio Fariselli (Area), Rickey Medlocke (Lynyrd Skynyrd, Blackfoot), Jon Anderson (Yes), Adrian Belew (King Crimson). 

Come musicista, si segnala quale co-fondatore degli Anno Mundi, gruppo hard & heavy che ispira il proprio sound alle sonorità dei seventies, con particolare riguardo agli artisti della indimenticata etichetta Vertigo, Black Sabbath in testa. Con loro pubblica due vinili autoprodotti nel 2011 e nel 2013 che vantano il contributo di artisti appartenenti a realtà blasonate del prog e dell'hard & heavy italico (Banco del Mutuo Soccorso, Ezra Winston, Graal, Rondò Veneziano, Periferia del Mondo). Alla fine del 2013, i due titoli vengono raccolti in un unico cd pubblicato da Earshock (label nata per mano della più nota AMS allo scopo di lanciare gli Anno Mundi e un altro gruppo della nascente scuderia) e distribuito da BTF (www.btf.it/), etichetta discografica specializzata in prog-rock made in Italy. Nel biennio 2014/2015, la band partecipa con brani inediti alle compilation Kissed By Kiss e Metal Years Vol. 1, edite rispettivamente da Celtic Moon e Ace Records. Il nuovo album degli Anno Mundi verrà pubblicato alla fine del 2017 con la partecipazione di illustri componenti di band prog e metal quali Agorà, Ingranaggi della Valle, Martiria.

Nel suo primo lavoro solista, Fleeting Steps, pubblicato nel luglio del 2017 per i tipi della label Eclectic Productions (www.eclectic.it), abbandona le sue origini hard & heavy, compiendo scelte del tutto trasversali, in bilico tra ambient e sperimentazione, esprimendo il suo libero concetto di musica visionaria, a tratti sediziosa, talvolta allucinata, riducendo ai minimi termini l'utilizzo del suo strumento, la batteria, optando invece per l'impiego di percussioni elettroniche, con largo ricorso a sonorizzazioni di vario tipo, laptop e noise puro.

Stefano Pontani

Non soltanto abile fonico e tecnico del suono, ma anche pregevole compositore e, soprattutto, apprezzatissimo chitarrista ad inclinazione empirica che vanta trascorsi in seminali gruppi di prog e fusion.

Con i Vu-Meters offre soluzioni in bilico tra la liquidità magnetica dei Pink Floyd e le idee schizoidi e nevrotiche dei King Crimson più criptici, passando per le sperimentazioni stilistiche vicine ai Djam Karet e le atmosfere oniriche dei primissimi Porcupine Tree.

Il progetto Anagramma lo vede misurarsi con la fusion a cavallo tra '70 e '80, con omaggi ripetuti alla chitarra virtuosa di estrazione jazz, in particolar modo quella dell'indimenticato Allan Holdsworth, di cui egli sublima con immutato rispetto le meravigliose combinazioni sintetiche.

L'altro organico nel quale egli milita attualmente è unanimemente riconosciuto tra i pionieri e i propulsori del movimento new prog italiano. Si tratta degli Ezra Winston - che egli raggiunse nel 1990, nelle preziose vesti di fonico ed ingegnere del suono, curando le sonorità del loro secondo album, divenendone poi lo stabile chitarrista nel 1994 - grazie ai quali ha l'opportunità di sperimentare nuove strade, introducendo per primo il guitar synth nella compagine del rock progressivo. 

Consegue inoltre ragguardevoli riconoscimenti nel mondo delle colonne sonore firmando con i Matilda Mothers Project la sonorizzazione de “L’ultima lezione”, film vincitore di un Golden Globe Award.

E' l’unico artista attualmente conosciuto capace di tradurre i dati geofisici in musica utilizzando una procedura di sonificazione grazie alla quale, realizzando in diretta un sondaggio TEM, viene tradotta in note musicali la geologia di un determinato luogo. 

La sua musica è stata pubblicata da etichette quali Progressivamente, Eclectic Productions, Rock Symphony, Terre Sommerse, SanLucaSound e soprattutto Musea, prolifica label francese annoverata tra le primissime realtà indipendenti dedicate al progressive europeo e alla sua esportazione in tutto il mondo. 

Massimo Sergi

Raffinato artista di formazione organistica con spiccata propensione per il jazz, è capace di passare con disinvoltura dai minimalismi suggestivi e malinconici del solo piano alle elucubrazioni dei sintetizzatori nevrotici e schizoidi.

Il suo stile eterogeneo e cangiante costituisce il punto di forza dell'album Fleeting Steps, al quale egli ha donato dolcezza e irrequietezza al tempo stesso, non soltanto nei brani che ha contribuito a comporre - Birth Of A Flower (In A Post-Atomic Landscape) part 2 e Irrational Thoughts - ma anche in quelli a firma altrui, in special modo Talkin' To An Alien About Eternity e Zero Gravity In My Lair.

E' in preparazione il suo primo album solista (che vedrà Stefano Pontani Gianluca Livi ancora insieme, il secondo anche nelle vesti di ingegnere del suono), nel quale offre composizioni per solo piano alle quali aggiunge una manciata di brani sperimentali, tra cui una nuova versione dei due movimenti che compongono il citato brano Birth Of A Flower (In A Post-Atomic Landscape).

Domenico Dente

Giovane bassista di estrazione squisitamente rock che vanta una partecipazione nel nuovo album dei citati Anno Mundi, la cui pubblicazione è prevista per la metà del 2018. 

Approcciandosi con entusiasmo al progetto Fleeting Steps, ha manifestato una multiforme poliedricità, adottando per la prima vlta uno stile ipnotico e seducente che evoca i Goblin più magnetici, chiaramete rinvenibile nei brani Lost In Space e Fujiko Mine part. 1, dei quali è anche co-autore. 

english version

biography

Co-founder of Anno Mundi, Gianluca Livi released with the band two albums and one cd as independent issues, distributed by BTF/Earshock, along with being part of compilations Kissed By Kiss and Metal Years, published by Celtic Moon Records and Ace Records respectively.
Set apart the 70s hard rock mood, very close to early Black Sabbath, Gianluca’s today approach is free and visionary, with a very measured presence of its own instrument, the drums, while opting for electronic percussive devices as well as  noise studio devices and effects.
His artistic goals were in the target thanks to the mastership of Stefano Pontani, eclectic guitar-man, formerly player with prestige prog and fusion bands as VU-Meters, Anagramma and, above all, Ezra Winston (hailed as one of the most influential Italian prog bands of the 1980's, they took a variety of styles and became a melting pot for all sorts of colors and emotions in music), as well as soundtracks, Matilda Mothers Project, “L’ultima lezione”, awarded of Golden Globe Award.

Pontani is the first guitar-synth player amongst Italian progsters and also ventured in the unexplored musical interaction with geophysical data sensors through specific procedures. 
The album includes hypnotic bassist Domenico Dente, occasionally playing also in the new Anno Mundi album, and Massimo Sergi, exquisite keyboard and piano player, imaginative in both sides, acoustic and electronic, minimalistic and intimistic, but also in the crudest and neurotic synth trips.

discography

 

Gianluca Livi

2011, Anno Mundi, Cloister Graveyard in the Snow, lp

2013, Anno Mundi, Windowin Time, ep/cd

2014, Various Artists, Kissed by Kiss, cd/book (Anno Mundi, “Fanfare”, unreleased track)

2015, Various Artists, Metal Years, cd/lp (Anno Mundi, “Pending Trial”, unreleased track)

2017, Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, Fleeting Steps, cd

2017, Massimo Sergi, Walkaround, cd

2018, Anno Mundi, forthcoming album, cd

2018, Various Artists, forthcoming cover Kiss compilation, cd/book (Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, “Shandi”, unreleased track)

Stefano Pontani

2000, Ezra Winston, Ancient Afternoon, cd

2001, Matilda Mothers Project, Synthesis, cd

2007, Vu-Meters, DarkCity, cd

2008, Anagramma, Anagramma, cd

2011, Anagramma, Nibiru, cd

2014, Various Artists, Progressivamente Story, cd (EzraWinston, “Call Up”, unreleased track)

2016, Various Artists, Eclectism, cd (Vu-Meters, “Discerning About Absence With Someone”, unreleased live track)

2017, Collettivo EMusic, I Suoni della Viterbo Sotterranea, cd

2017, Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, Fleeting Steps, cd

2017, Massimo Sergi, Walkaround, cd

2018, Anagramma, forthcoming live album, cd

2018, Various Artists, forthcoming cover Kiss compilation, cd/book (Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, “Shandi”, unreleased track)

Massimo Sergi

2017, Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, Fleeting Steps, cd

2017, Massimo Sergi, Walkaround, cd

2018, Various Artists, forthcoming cover Kiss compilation, cd/book (Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, “Shandi”, unreleased track)

Domenico Dente

2017, Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, Fleeting Steps, cd

2018, Anno Mundi, forthcoming album, cd

2018, Various Artists, forthcoming cover Kiss compilation, cd/book (Gianluca Livi with Stefano Pontani, Massimo Sergi, Domenico Dente, “Shandi”, unreleased track)
 

 

album

tracklist

 
 
 

artists

 

media

 

torna all'inizio

torna all'inizio

torna all'inizio

torna all'inizio

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Google+ Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon

torna all'inizio

links

Pink Moon Records: pinkmoonrecords.com/

Italiano: unico negozio di dischi della Capitale che, con immutata passione, apre le porte alla multiforme realtà dell'underground. Qui è possibile trovare rarità di vinile, anche di stampa privata, nuove versioni, importazioni da tutto il mondo, materiale usato e da collezione, ivi inclusi i dischi di Gianluca Livi e degli Anno Mundi.

English: Since the very beginning Pink Moon has planned the shop's structure in a very special way, setting out its activity basically on vinyl rarities, new releases, used cd's, as well as new cd's in stock, and imports from all over the world.

contacts

Saranno graditi consigli, opinioni e qualsiasi richiesta di informazioni o di contatto.

Grazie per l'attenzione riservataci.

 

Get in touch, use form below!

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now